Seleziona una pagina

 Shabby Chic rappresenta quello stile sognante che si adatta a diverse circostanze identificandosi per caratteristiche ben precise

 Cos’è lo stile Shabby chic

 Ne avrai sentito certamente parlare ma spesso diventa difficile identificare in maniera corretta di che cosa stiamo parlando. È importante quindi chiarire qualsiasi dubbio riguardo le caratteristiche di questo stile al fine di utilizzarlo nel modo migliore. L’analisi della parola shabby vuol dire vecchio, mentre chic vuol dire renderlo elegante e quindi adattabile agli spazi della propria casa. Dunque due elementi che devono intrecciarsi tra loro e che vedono come parola d’ordine anche il fai da te.

Ebbene sì infatti è possibile ridonare nuova vita all’arredamento utilizzando tecniche particolari che consentono di creare un effetto invecchiato tipico dello stile Shabby Chic. In questo caso possiamo parlare anche di restyling e di riammodernamento grazie al riutilizzo degli arredi già presenti. Sicuramente i mobili di riferimento sono quelli che presentano bugne e lavorazioni particolari. In questo caso sono così d’effetto che sarà sufficiente tinteggiarli di bianco.

 Le sue origini

 Lo stile shabby chic nasce in Gran Bretagna nelle case di campagna dove facevano da contorno grandi lampadari, tende e divani sciupati. Ecco perché identifichiamo la necessità degli arredi d’epoca per poter ricreare la giusta ambientazione. L’ interior designer ha il compito di cercare nei mercatini quanti più elementi d’arredo siano appropriati per ricreare questa giusta atmosfera.

L’ispirazione nasce sicuramente dal voler avere un ambiente glamour ma allo stesso tempo diverso trasformandosi oggi poi nel sinonimo di “arte del riciclo” così da ottimizzare anche i costi. L’elemento principale è il legno che può essere verniciato, sbiancato migliorato attraverso un effetto polveroso rendendolo in questa maniera molto più ovattato è dedicato. La decorazione tipica di un mobile vecchio viene proprio riprodotta perché lo stile shabby possa dare questa sensazione.

 L’importanza della coordinazione degli elementi tessili

 Così come accade per gli arredi nella scelta del legno naturale allo stesso modo sono coordinati materiali come il lino e il cotone per i tendaggi e i rivestimenti. Tutto questo riporta alle atmosfere di campagna, dove il concetto di natura si integra perfettamente con gli spazi interni della casa.  È altrettanto vero però che occorre integrare perfettamente le tendenze del momento come lo stile industrial aggiungendo qualche elemento lavorato in ferro.

Questo vuol dire che anche se si riprende lo stile originario shabby chic le influenze tendono a modificarlo e a renderlo attuale anche per rinnovarlo con pochi e semplici elementi. Non bisogna dimenticare che l’effetto di un tessuto naturale come ad esempio in lino, quello stropicciato che si coordina perfettamente nel contesto di campagna, serve proprio a generare un’atmosfera soft e sognante come lo stile shabby vuole.